Materiali e attrezzature per il restauro e la conservazione
   

Come eseguire la lucidatura a cera a pori chiusi con metodo misto

  HOME PRODOTTI LABORATORIO DOVE CONTATTI MAPPA  

Lucidatura a cera

Cera d'apiLUCIDATURA A CERA
La lucidatura a cera, attuata col metodo misto, è quella che prevede la lucidatura con cera d'api in pasta, da effettuarsi su un fondo preparato a gommalacca.
Questo tipo di finitura può essere eseguita su mobili che originariamente non avevano una finitura a cera, ma che si desidera che acquistino, una volta ultimati, quell'aspetto semilucido e satinato che la cera sa così ben dare.
Sono da trattarsi in questo modo anche i mobili rustici costruiti con legno dolce.

La gommalacca, in scaglie da sciogliersi in alcool o in soluzione pronta all'uso, potrà essere applicata a pennello o a tampone e avrà lo scopo di otturare i pori del legno e preparare un fono adeguato per stendere successivamente la cera.
Nel caso si opti per l'uso del tampone, si seguiranno le indicazioni per la chiusura dei pori, già descritte nella sezione della lucidatura a gommalacca, tenendo presente che in questa lavorazione se la gommalacca viene applicata a pennello, la concentrazione dovrà essere maggiore: 300 gr. per litro di alcool.

Per portare a termine questa fase della lucidatura a cera, è possibile anche impiegare una soluzione turapori a base di gommalacca, che accorcerà drasticamente i tempi di esecuzione.

Nell'applicazione a pennello, se ne userà uno piatto a setole morbide al fine di non lasciare striature, e si dovrà porre attenzione affinché non ci siano colature lungo i bordi. Se si dovessero verificare delle sgocciolature, occorrerà subito raccoglierle e distribuirle perchè una volta asciutte sarebbe più complicato rimuoverle. Le pennellate saranno date nel senso della venatura del legno.
In questa procedura, è molto importante che l'ambiente sia caldo e secco, perchè l'alta concentrazione di gommalacca rende la vernice stessa più suscettibile a sbiancare se si opera in ambienti freddi e umidi.

Quando la gommalacca (applicata a pennello o a tampone) sarà bene asciutta, si passano tutte le superfici con lana d'acciaio finissima al fine di renderle uniformemente opache e lisce. La polvere formatasi si dovrà asportare con un pennello e aspirapolvere.
Fatto questo si passerà ad una seconda mano di gommalacca come fatto prima salvo diluire maggiormente la concentrazione.
Asciutta la seconda mano si procederà nuovamente a ripassare tutta la superficie con lana di acciaio. Ora, si può decidere se ripetere l'operazione una terza volta o passare all'applicazione dell cera d'api in pasta.
La cera può essere applicata con un tampone o con un pennello, avendo cura di distribuirla uniformemente su tutta la superficie. Quando la cera sarà asciutta, passeremo a lucidarla con un panno di lana possibilmente riscaldato.

[ ::: top :::]

Tutti i prezzi pubblicati si intendono IVA inclusa. Le informazioni riportate possono essere soggette a modifiche senza preavviso.
Web site design, testi e grafica Copyright © 2010 Antichità Belsito Srl. E' vietata la riproduzione anche parziale.
Antichità Belsito Srl - Sede legale: via Prisciano, 22/A 00136 Roma - Sede operativa: via Giovan Battista Gandino, 34-40 00167 Roma
Tel. 06.39.031.152 - Fax 178.220.7800 - E-mail: info@antichitabelsito.it - P.IVA/C.F. 04458921006