Materiali e attrezzature per il restauro e la conservazione
   

Glossario dei termini utilizzati nell'antiquariato

  HOME PRODOTTI LABORATORIO DOVE CONTATTI MAPPA  

Glossario di Antiquariato

GLOSSARIO DI ANTIQUARIATO
Di seguito viene riportato un breve elenco con relativa spiegazione, dei termini comunemente utilizzati nel mondo dell'Antiquariato. Stili, elementi decorativi, tecniche ebanistiche ed accessori.

 


A

Arabesco (intaglio ad):

decorazione fatta da linee intrecciate di derivazione moresca.


B

Baccello:

motivo decorativo simile al chicco di frumento.

Bombè:

mobili a curva rotonda.


C

Cabochon:

decorazione di tipo ovale a rilievo.

Catena:

elemento orizzontale che sostiene i cassetti.

Chiodi alla Traditora:

chiodi inseriti di traverso, in posizione nascosta.

Cesellatura:

lavorazione del metallo in rilievo.

Coda di Rondine:

incastro usato per giuntare due assi ad angolo retto. È costituito da un dente a forma trapezoidale sagomato sulla testa di una delle due assi, che viene infilato in una cavità corrispondente all'estremità dell'asse opposta.


D

Damascatura:

decorazione del metallo attraverso l'inserimento di battitura in oro o argento in un disegno inciso o tagliato.


E


F

Forcella (Incastro A):

particolare incastro con la cava sagomata a forma di U.

Fustella:

attrezzo usato per gli intarsi di disegno geometrico.


G

Gattelli:

elementi di rinforzo a forma triangolare inseriti negli angoli dei sedili.

Gesso:

colla che si applica ai mobili prima della doratura.

Goffratura:

decorazione dei metalli mediante la martellatura dalla parte rovescia in modo da creare un disegno in rilievo. Detta anche sbalzatura.

Gommalacca:

sostanza resinosa che, diluita in alcool, viene usata per la lucidatura del mobile.


H


I

Impiallacciatura:

sottili fogli di legno pregiato, tagliati a macchina in spessori inferiori al millimetro, che vengono applicati sulla carcassa del mobile al fine di renderlo più elegante. È un genere di finitura in uso dal 1880 circa.

Intarsio:

tasselli di legno inseriti su di un supporto, sempre di legno, a formare un disegno. Con il termine inglese di marquetry si indica un intarsio pittorico complesso realizzato con legni diversi o con materiali minerali. Con Parquetry si indica invece un intarsio semplice, realizzato con uno o diversi legni.


J


K


L

Lacca:

vernice ottenuta dalla resina di una pianta cinese e giapponese. Veniva applicata ai mobili in strati successivi per ottenere superfici brillanti.

Laminato:

legno formato da impiallicciature incollate o unite in modo che le venature risultino parallele.

Lastronatura:

procedimento col quale si riveste una struttura, generalmente in legno dolce, con materiale pregiato tagliato in spessori che variano da 1 a 4 millimetri.


M

Mezzo e Mezzo:

incastro usato per giuntare due assi ad angolo retto, ciascuna tagliata ad una estremità con uno scasso a L in posizione invertita.

Modanatura:

membrature di varia foggia, a profilo rettilineo o curvilineo che costituiscono le cornici, le imposte ecc.. Possono essere semplici (se il profilo o sagoma è formato da un solo arco di cerchio) o composte (se formate da due o più archi di cerchio raccordati fra loro). Le modanature principali sono il listello o filetto, il toro, il tondino o bastoncino, la gola diritta e la gola rovescia, la scozia. Ogni stile ha un suo particolare modo d'impiego delle modanature.


N


O


P

Piuma (Bordo a):

bordo impiallacciato con le venature disposte diagonalmente come le lische di un pesce. Detto anche "a spina di pesce".


Q


R

Radicatura:

operazione con la quale si riveste una struttura con fogli di radica tagliati in spessori che variano da 1 a 4 millimetri.

Ribalta:

pannello ribaltabile che in un mobile crea un piano per scrivere.

Rilievo (Intaglio a):

intaglio nel quale il disegno è in rilievo rispetto alla superficie.


S

Sbalzo:

decorazione in rilievo ottenuta martellando il rovescio del metallo e finita mediante cesellatura o incisione della parte anteriore.

Smaltatura:

decorazione dei metalli mediante fusione in incavi praticati nei medesimi di una sostanza di vetro.

Spina:

chiodo in legno usato per fissare gli incastri. Il termine è usato anche per indicare la parte di un sostegno che si va ad incastrare nel corpo del mobile.

Stile:

è il modo di espressione artistica di una scuola, di un periodo, di un indirizzo culturale. Certe forme di stile sono dovute al rapido diffondersi di mode.


T

Taglio Dritto:

taglio ad angolo retto.

Taglio Fresco:

indica il taglio operato per adattare a nuove misure il legno d'epoca.

Tarlo Lungo:

il solco scavato dal tarlo che viene messo allo scoperto da una lavorazione a nuovo del legno d'epoca.

Tarsia:

opera ottenuta con pezzi di legno di più colori, tagliati variamente e connessi secondo un disegno preordinato. Derivata probabilmente dal mosaico, l'arte della tarsia fu praticata fin dal sec. XI in Germania e quindi in Francia e in Italia, dove fiorì nel Rinascimento.

Traversa:

elemento che unisce le gambe dei tavoli e delle sedie.


U


V

Voluta:

motivo decorativo a spirale molto usato nel mobilio rinascimentale e classico.


W


X


Y


Z

[ ::: top :::]

Tutti i prezzi pubblicati si intendono IVA inclusa. Le informazioni riportate possono essere soggette a modifiche senza preavviso.
Web site design, testi e grafica Copyright © 2010 Antichità Belsito Srl. E' vietata la riproduzione anche parziale.
Antichità Belsito Srl - Sede legale: via Prisciano, 22/A 00136 Roma - Sede operativa: via Giovan Battista Gandino, 34-40 00167 Roma
Tel. 06.39.031.152 - Fax 178.220.7800 - E-mail: info@antichitabelsito.it - P.IVA/C.F. 04458921006