Materiali e attrezzature per il restauro e la conservazione
   

Vendita on line Vernice finale brillante Winsor & Newton

RESTAURO DORATURA E ICONOGRAFIA CALCHI E STAMPI IMPAGLIATURA MOSAICO DISINFESTAZIONE
SFX SCULTURA LAVORAZIONE DEL LEGNO TRATTAMENTO DEI METALLI PITTURA TRATTAMENTO DEL LEGNO

Vernice finale brillante Winsor & Newton

Vernice finale brillante Winsor & Newton

DESCRIZIONE DELLA VERNICE FINALE BRILLANTE WINSOR & NEWTON

La vernice finale brillante Winsor & Newton è una vernice a finitura lucida (disponibile anche la vernice finale satinata Winsor & Newton e la vernice finale opaca Winsor & Newton), incolore e non ingiallente (con filtri anti-UV) a base di resina chetonica disciolta in White Spirit.
La composizione di questa vernice la assimila alle altre vernici brillanti a solvente per la protezione dei dipinti (vernice finale lucida LEFRANC, vernice finale lucida LUKAS), ma la differenzia dalle Vernici Finali Spray Liquitex che sono invece a base d'acqua.
Caratterizzata da una discreta elasticità, elevata fluidità, rapida essiccazione e reversibilità (rimovibile con acquaragia, white spirit o essenza di trementina) la vernice finale brillante Winsor & Newton trova impiego al termine della realizzazione di un'opera artistica o di un restauro (generalmente pittorico o comunque policromo), per creare un film di protezione efficace contro polvere, grassi, fumo, graffi, aggressioni atmosferiche ed invecchiamento in genere.
La verniciatura finale ha anche una seconda importante funzione. Capita frequentemente infatti che terminata una nuova opera o un restauro si presentino sul film pittorico zone di colore più brillanti e altre più opache. L'applicazione di una vernice finale rende l'opera uniformee al contempo ne ravviva i colori.
L'elevata qualità della vernice finale brillante Winsor & Newton, la rende un prodotto ideale per essere applicata su decorazioni con colori acrilici, colori a olio e colori a tempera. La vernice finale brillante Winsor & Newton può essere utilizzata con successo anche per la protezione di decorazioni con metalli in foglia e per molte altre tecniche decorative, sia per nuove opere che per il restauro.

Winsor & Newton

Spray da 400 ml € 10,85

Istruzioni per l'uso

APPLICAZONE DELLA VERNICE FINALE BRILLANTE WINSOR & NEWTON

Le vernici finali si distinguono tra lucide, satinate e opache. La scelta di quale vernice utilizzare dipende in genere dal tipo di lavoro che si è eseguito oppure più semplicemente dal tipo di finitura desiderato.
Ad esempio, nel caso di pittura "magra" è probabile che si opterà per un effetto opaco. Se invece si lavora con una pittura "grassa" e con pennellate corpose, l'opera avrà un aspetto lucido. In questo caso sarà meglio utilizzare una vernice lucida, che dia ancora più risalto a questa caratteristica.
Prima di applicare la vernice finale sarà necessario lasciare asciugare completamente la decorazione. In particolare, per i dipinti ad olio con film pittorico sottile è necessario attendere almeno 6 mesi, mentre per i dipinti ad olio ad impasto occorrerà più tempo.
I colori acrilici si asciugano invece in 5/6 giorni.
Se si applica troppo presto la vernice finale, potrebbe verificarsi uno o più di questi problemi:

  • La vernice diventa appiccicosa e non si asciuga.
  • La vernice può affondare nello strato di colore e sensibilizzare il colore al solvente. Se in futuro si tenta di pulire il dipinto, si potrebbe asportare il colore stesso.
  • Le vernici opache possono affondare, lasciando l’agente opacizzante come deposito bianco sulla superficie del dipinto.
  • Il film lasciato dalla vernice finale potrebbe essere soggetto a incrinature.

Per determinare se un dipinto ad olio è pronto per essere verniciato, inumidire un panno con un po' di acquaragia. Strofinarlo quindi delicatamente su un angolino della superficie del dipinto. Se sul panno non rimane colore, il dipinto è pronto a ricevere la vernice. Se il colore si rimuove anche dopo il corretto tempo di essiccazione, allora forse il medium ad olio (es. olio di lino crudo, olio di cartamo, ecc.) è affondato nella preparazione a gesso troppo assorbente. Oppure è possibile che il colore fosse stato diluito con troppo solvente (es. essenza di trementina) e quindi risulta insufficientemente legato.
Quando si è certi comunque che il dipinto o la decorazione sono perfettamente asciugati allora si potrà applicare la vernice finale.
La vernice finale brillante Winsor & Newton è un prodotto pronto all'uso, ma può essere diluita con essenza di trementina o white spirit. E' possibile inoltre abbassare il grado di lucidità della vernice finale brillante, miscelandola con la vernice finale opaca Winsor & Newton fino ad ottenere il grado di lucidità desiderato.
Prima di applicare la vernice finale consigliamo di agitare bene il flacone e se la temperatura è inferiore a 15°C sarà necessario scaldarlo a bagnomaria per portarlo ad una temperatura di circa 30°C.
La vernice finale brillante Winsor & Newton può essere applicata direttamente sulla superficie da trattare. Partendo dal centro si andrà a stenderla con l'aiuto di una pennellessa piatta in modo uniforme su tutta la superficie. Prima che la vernice inizi a "tirare" dovrà essere stesa incrociando le pennellate in tutte le direzioni.
La versione in spray invece della vernice finale brillante Winsor & Newton si utilizza tenendo la bomboletta in posizione verticale ad una distanza di 20-30 cm circa dalla superficie decorata e mantenendo un movimento ondulatorio durante l’erogazione, senza insistere troppo sullo stesso punto per evitare la formazione di eccessi di vernice che produrrebbero sul supporto trattato antiestetiche sgocciolature.
Terminata la verniciatura, sarà necessario lasciare asciugare l'opera trattata in un luogo dove non ci sia polvere (per evitare che si appiccichi alla vernice in asciugatura) per almeno 8 ore.
Con il passare degli anni, il film della vernice finale, andrà a deteriorarsi a causa della continua esposizione a luce, ossigeno ed aggressioni atmosferiche in genere, limitando la buona "lettura" dell'opera. A questo punto allora il restauratore può intervenire per riportare l'opera, trattata con la vernice finale ormai deteriorata, al suo originario splendore. Con l'ausilio di diversi solventi come acquaragia, white spirit o essenza di trementina, il restauratore potrà rimuovere lo strato di vernice deteriorato per applicarne uno nuovo.

Tutti i prezzi pubblicati si intendono IVA inclusa. Le informazioni riportate possono essere soggette a modifiche senza preavviso.
Web site design, testi e grafica Copyright © 2010 Antichità Belsito Srl. E' vietata la riproduzione anche parziale.
Antichità Belsito Srl - Sede legale: via Prisciano, 22/A 00136 Roma - Sede operativa: via Giovan Battista Gandino, 34-40 00167 Roma
Tel/Fax 06.39.031.152 - E-mail: info@antichitabelsito.it - P.IVA/C.F. 04458921006