Materiali e attrezzature per il restauro e la conservazione
   

Vendita on line termomtro digitale a infrarossi con puntatore laser

  HOME PRODOTTI LABORATORIO DOVE CONTATTI MAPPA  

Termometro a infrarossi

Termometro a infrarossi

DESCRIZIONE DEL TERMOMETRO A INFRAROSSI

Si tratta di un termometro digitale a infrarossi con puntatore laser, che sfrutta la capacità di ogni oggetto di emettere spontaneamente radiazione infrarossa. I sensori infrarossi del termometro infatti riescono a convertire la radiazione infrarossa in arrivo in un valore di temperatura espresso in gradi (°C/°F).
Grazie a queste caratteristiche il termometro a infrarossi permetterà di misurare la temperatura (-50°C/+380°C) di qualsiasi superficie, con il vantaggio di rimanere distanti evitando il contatto con la stessa.
Il termometro a infrarossi è uno strumento molto semplice da utilizzare, basta infatti puntarlo verso la superficie di cui si vuole misurare la temperatura e premere il grilletto sull'impugnatura. Durante la pressione, il termometro a infrarossi emetterà un raggio laser che segnala il punto della misurazione e la temperatura sarà mostrata sul display.
Sul display retroilluminato del termometro verrà visualizzata la temperatura della superficie puntata. Una volta rilasciato il grilletto, la temperatura rimarrà memorizzata fino alla successiva misurazione.
Il display LCD del termometro a infrarossi, oltre a mostrare il valore della temperatura misurata, indica anche tramite simboli, l'attivazione del raggio laser e la necessità di sostituire la batteria.
Il termometro a infrarossi presenta, oltre al grilletto per la misurazione, altri tre tasti utili per la selezione dell'unità di misura (°C/°F), per l'attivazione e disattivazione del puntatore laser e per l'attivazione e la disattivazione della retroilluminazione del display LCD.
Il termometro a infrarossi viene utilizzato nel restauro per controllare la temperature di colle (colla forte, colla di coniglio, colla di pesce, amido di riso) e cere (cera d'api, cera carnauba, cera microcristallina, paraffina) durante il processo di riscaldamento necessario per il loro utilizzo. Ma a differenza del termometro digitale con sonda, la misurazione può avvenire senza dover inserire un corpo estraneo nel composto da preparare e quindi senza alcun rischio di contaminazione.
Il termometro a infrarossi è ideale per misurare temperature di superficie di oggetti in movimento, difficili da raggiungere, sotto tensione o eccessivamente caldi. Trova impiego quindi per la misurazione delle dispersioni termiche in ambienti civili (appartamenti, uffici, strutture sportive, ecc.) e industriali (laboratori, fabbriche, ecc.) e nel settore alimentare, chimico e farmaceutico.

CARATTERISTICHE TECNICHE DEL TERMOMETRO A INFRAROSSI

  • Tecnologia di misurazione: infrarossi
  • Puntatore: laser classe 2 (II);
  • Unità di misura: gradi Celsius (°C) e Fahrenheit (°F)
  • Intervallo di misurazione: -50°C/+300°C (58°F to 572°F)
  • Risoluzione: 0.1 °C/°F
  • Precisione: ±2°C
  • Tempo di risposta <0.8 sec.
  • Risposta spettrale ad infrarossi: da 8 µm a 14 µm
  • Rapporto distanza/obiettivo: 12:1
  • Emissività: 0.95 fisso
  • Display: LCD retroilluminato
  • Autospegnimeto: si
  • Memorizzazione dati: automatica
  • Temperatura di stoccaggio: -20/+50 °C
  • Temperatura di funzionamento: 0/+50 °C
  • Alimentazione: batteria 9V (inclusa)
  • Peso: 115 g
  • Dimensioni: 90x40x160 mm

Termometro digitale con sonda

zoom

Termometro digitale con sonda

zoom

Termometro digitale con sonda

zoom

Termometro digitale con sonda

zoom


Termometro a infrarossi € 18,50

Aggiungi al
Istruzioni per l'uso

UTILIZZO DEL TERMOMETRO A INFRAROSSI

Come già detto, il termometro a infrarossi permette, rispetto a un termometro digitale con sonda, di effettuare misurazioni senza contatto, rapide, sicure e senza il rischio di danneggiare o contaminare la superficie misurata.
Il termometro a infrarossi è molto semplice da usare: si punta verso la superficie da misurare e si preme il grilletto, quindi si legge la misura sul display. Per ottenere misure corrette tuttavia è necessario prestare attenzione a 2 semplici fattori:

1) Distanza dall’oggetto da misurare
La distanza corretta dipende dal coefficiente ottico del termometro che è il rapporto fra la distanza del sensore ed il diametro della superficie circolare di cui il termometro misura la temperatura media (campo visivo).
Nel termometro a infrarossi questo rapporto è di 12:1. Questo significa che se ci si pone con il termometro a una distanza di 60 cm dal punto da misurare (fig.1), la temperatura che si legge sul display è quella media dell'aria con circonferenza centrata nel punto mirato e con un diametro pari ad 1/12 della distanza, ovvero in questo caso il campo visivo è di 5 cm, valore ottenuto dividendo la distanza di 60 centimetri per 12.
Se si desidera misurare la temperatura di una una superficie più piccola è quindi necessario avvicinarsi, viceversa se desideriamo misurare la temperatura media di una superficie maggiore bisognerà allontanare il termometro.
Consigliamo comunque di fare in modo che la superficie sottoposta a misurazione sia più larga rispetto al campo visivo calcolato utilizzando il coefficiente ottico del termometro (12:1).

Coefficente ottico
Fig. 1

2) Materiale su cui si effettua la misurazione
Il termometro a infrarossi misura la temperatura della superficie di un oggetto tramite un'ottica che percepisce l’energia IR emessa, riflessa e trasmessa. L’elettronica del termometro a infrarossi traduce quindi l'informazione in un valore di temperatura che viene poi visualizzato sul display LCD.
La corretta misurazione della temperatura da parte del termometro quindi dipende dalla quantità di energia IR emessa da un oggetto che è proporzionale alla temperatura dell’oggetto e alla sua capacità di emettere energia. Questa capacità è nota come emissività ed è funzione del materiale dell’oggetto e della sua finitura superficiale. Molti materiali organici e superfici verniciate o ossidate hanno un fattore di emissività di 0.95. Per questo motivo il termometro a infrarossi possiede un coefficiente di emissività di 0.95 (fisso) che lo rende idoneo alla misurazione della maggior parte di sostanze organiche (colle, cere, legno, carta, alimenti, ecc.), muratura, ed in generale per tutte le superfici opache.
Ci sono però alcune superfici riflettenti, trasparenti o comunque particolarmente lucide che possiedono un fattore di emissività molto inferiore a 0.95 il che le rende inadatte per essere misurate con il termometro a infrarossi. Per misurare la temperatura su queste superfici si può ricorrere all’espediente di ricoprire la zona da misurare (se possibile) con un nastro adesivo di colore scuro e opaco.

Termometro a infrarossi

Tutti i prezzi pubblicati si intendono IVA inclusa. Le informazioni riportate possono essere soggette a modifiche senza preavviso.
Web site design, testi e grafica Copyright © 2010 Antichità Belsito Srl. E' vietata la riproduzione anche parziale.
Antichità Belsito Srl - Sede legale: via Prisciano, 22/A 00136 Roma - Sede operativa: via Giovan Battista Gandino, 34-40 00167 Roma
Tel. 06.39.031.152 - Fax 178.220.7800 - E-mail: info@antichitabelsito.it - P.IVA/C.F. 04458921006