Materiali e attrezzature per il restauro e la conservazione
   

Tela pattina in lino per il rintelo e la foderatura con colla-pasta

  HOME PRODOTTI LABORATORIO DOVE CONTATTI MAPPA  

Tela Pattina in lino 100%

Tela Pattina in lino 100%

La tela pattina in lino 100 % è una tela leggera a trama rada, adatta principalmente per rinteli di dipinti antichi con collapasta.
Il tessuto è realizzato in 100% lino greggio, bollito e filato a umido.

Dettagli:
altezza: 315 cm
titolo: 10 nm
lea: 16
battute: 8x8
peso: 175 gr/mq
tipo: lino greggio di lungo tiglio

Pattina

Pezza h. 315 cm. x 1 mt. lineare € 22,00

Istruzioni per l'uso

Come eseguire un rintelo:
Questa tecnica offre la possibilità di dare alla tela e alla carta una base di rinforzo per presentare l'opera e dargli un supporto stabile. Generalmente il rifodero si usa nel restauro quando la tela è stata danneggiata e ha subito un'eccessiva usura del tempo e necessita di un nuovo supporto. Si rifodera la carta, disegno o dipinto, nel caso in cui il foglio fosse troppo grande o fragile ed anche per poterlo montare su un telaio come un qualsiasi altro dipinto.

Esecuzione:
La tela pattina in puro lino greggio si potrà tagliare facilmente con l'ausilio di un cutter elettrico. Successivamente si tende perfettamente “in dritto filo” su un telaio “da lavoro” (provvisorio) la tela, canapa o lino greggio, di trama abbastanza larga come una garza, dopo un preventivo lavaggio.

La colla:
si può usare farina di grano o di riso cotta in acqua fino ad ottenere una pasta non troppo densa, a cui si può aggiungere una moderata quantità di colla di pesce o di coniglio. E' assolutamente importante che nella colla non ci siano grumi e che sia perfettamente amalgamata e tutte le operazioni vanno eseguite con estrema pulizia (tavolo / strumenti / mani ecc.). Si stende uno strato di colla sulla tela tesa sul telaio, con una spatola, e sul retro del dipinto da rifoderare. Nel caso di carta andrà prima leggermente inumidita e lasciata “riposare” per qualche minuto.
A questo punto si pone il dipinto sulla tela da rifodero e si protegge la faccia del dipinto stesso, con un foglio di plastica o di carta oleata, si rovescia il telaio su un piano perfettamente levigato e pulito senza imperfezioni e rigido. Si aggiunge ancora una piccola quantità di colla sul retro della tela e con una spatola di legno o di gomma rigida o di plastica, con gli angoli smussati, in senso rotatorio, dal centro verso l'esterno. Si inizierà con una leggera pressione e successivamente, sempre con una maggiore pressione, si toglie tutta la colla in eccedenza. Questa operazione sarà ripetuta 2 o 3 volte fino a che tutta la colla che filtra attraverso la trama della tela sarà tolta. Quando la colla, la tela e la carta saranno perfettamente asciutti si potrà montare sul telaio definitivo, un buon telaio robusto e di legno stagionati, da belle arti. Importante che durante l'essicazione del rifodero il telaio rimanga orizzontale ed è importante the non sia rimosso dalla posizione iniziale.

Tutti i prezzi pubblicati si intendono IVA inclusa. Le informazioni riportate possono essere soggette a modifiche senza preavviso.
Web site design, testi e grafica Copyright © 2010 Antichità Belsito Srl. E' vietata la riproduzione anche parziale.
Antichità Belsito Srl - Sede legale: via Prisciano, 22/A 00136 Roma - Sede operativa: via Giovan Battista Gandino, 34-40 00167 Roma
Tel/Fax 06.39.031.152 - E-mail: info@antichitabelsito.it - P.IVA/C.F. 04458921006