Materiali e attrezzature per il restauro e la conservazione
   

Pinza tenditela professionale con blocco per rintelare

  HOME PRODOTTI LABORATORIO DOVE CONTATTI MAPPA  

Pinza tenditela professionale con blocco

Pinza tenditela professionale con blocco

Particolare modello di pinza tenditela con blocco, studiata specificatamente per agevolare le operazioni di tensionamento della tela.
Con questa attrezzatura il fissaggio della tela al telaio riesce più agevole anche ad una persona sola.

Dimensioni:
lunghezza 240 mm
larghezza ganasce 85 mm

Questa pinza tenditela è adatta per il tensionamento di ogni genere di dipinto, anche di grandi dimensioni.

Pinza tenditela con blocco

zoom

Pinza tenditela con blocco € 45,00

NON DISPONIBILE
Istruzioni per l'uso

Come si assembla una tela:
per iniziare vi occorrono i seguenti strumenti:

  • Spara-graffette manuale e dei punti della larghezza di 12-14 mm altrimenti seguite la via tradizionale e acquistate i tipici chiodi da tappezziere “ sellerine” lunghi 5 o 6 mm in modo da non rovinare il legno.
  • Pinza tenditela

La fase di assemblaggio:

  1. Il telaio è semplice da montare: ogni listello termina con una spina che combacia esattamente con quelle degli altri listelli quindi è necessario solo controllare la perpendicolarità del telaio.
  2. Si taglia un pezzo di tela in modo che ecceda di 5 cm. per ogni bordo, ad esempio per un telaio 30x40cm si taglierà una tela di 40x50cm; vi consentirà di limitare gli sprechi ma anche di mettere agevolmente in tensione la tela.
  3. A questo punto appoggiate la tela sul telaio controllando di centrarla e fissate con un paio di graffette (o chiodini) la parte centrale di ogni lato procedendo sempre in modo simmetrico: partite da un lato a caso poi girate la tela e tenendola leggermente in tensione fissate quel lato e procedete così anche per gli altri.
  4. Per misure grandi, o se state utilizzando una tela economica, è utile fissare anche gli angoli in modo da prevenire eventuali strappi o movimenti anomali della tela.
  5. Controllate se il telaio ha mantenuto la perpendicolarità e se la tela è centrata secondo il telaio; eventualmente sistemate anche togliendo con un cacciavite o un leva-chiodi e riapplicando i punti che avete messo inizialmente.
  6. Adesso potete, procedendo sempre in modo simmetrico, utilizzare la pinza tenditela: con una mano tenete salda la tela con la tenaglia e con l’altra la fissate con lo spara-graffette. Nel caso utilizziate i chiodini dovrete prima inserire con una mano il chiodo nel legno e per poi piantarlo con il martello.
  7. Il modo più efficace di procedere è partire dalla parte centrale verso gli angoli: la tela si stenderà da sola lasciando alcune pieghe solo sugli angoli.
  8. Alla fine rimane solo da piegare l’angolo della tela su se stesso e fissarlo.
  9. Si controlla che la tela sia ben stesa e poi si taglia il bordo di tela in eccesso facendo scorrere la lama di un taglia-balsa appoggiato sulla parte posteriore del telaio.
  10. La tela a questo punto è completa potete mettere le chiavi e quindi scrivere sul retro indicativamente le misure e il tipo di tela: potrebbe essere utile.

NB: Il seguente procedimento vale in particolar modo se volete utilizzare una tela già preparata. Se invece volete preparare una tela grezza dovrete avere attenzione ad alcuni particolari:
1) Le tele grezze durante la preparazione è facile che si incollino al telaio di legno: per evitarlo è sufficiente mettere dello scotch da pacchi sulla parte del listello che entrerà in contatto con la tela.
2) La tela durante la preparazione subirà dei ritiri anche considerevoli in funzione al tipo di preparazione e al tipo di materiale: e quindi opportuno nella fase di montaggio non tendere la tela eccessivamente.
3) Nelle tele grezze è possibile riconoscere l’andamento della trama e questo risulta utile perché permette di mettere in tensione in parallelo gli stessi fili del tessuto: questo permette limitare le deformazioni dovute ai movimenti naturali della tela.

Una piccola curiosità: questo tipo di soluzione nasce in Francia ne XIX secolo e la sua novità rispetto ai telai rigidi consiste nella “chiave a tensione costante” che in pratica consente di variare entro certo limiti le dimensioni del telaio in modo da adattarlo ai movimenti della tela mantenendola sempre in tensione.

Tutti i prezzi pubblicati si intendono IVA inclusa. Le informazioni riportate possono essere soggette a modifiche senza preavviso.
Web site design, testi e grafica Copyright © 2010 Antichità Belsito Srl. E' vietata la riproduzione anche parziale.
Antichità Belsito Srl - Sede legale: via Prisciano, 22/A 00136 Roma - Sede operativa: via Giovan Battista Gandino, 34-40 00167 Roma
Tel. 06.39.031.152 - Fax 178.220.7800 - E-mail: info@antichitabelsito.it - P.IVA/C.F. 04458921006