Materiali e attrezzature per il restauro e la conservazione
   

Libretto di oro in foglia a decalco da 23 carati e ¾

  HOME PRODOTTI LABORATORIO DOVE CONTATTI MAPPA  

Oro in foglia a decalco da 23 ¾ kt.

Oro in foglia a decalco da 23 ¾ kt.

Si tratta di oro zecchino da 23 carati e 3/4 in foglia a doppio spessore a decalcomania.
La foglia è ottenuta martellando l' oro tra due spessori di cuoio che lo rendono molto sottile e maneggevole.
L'applicazione viene facilitata da una velina posta sopra ogni foglia di oro che ne facilita la presa e la posa.
Può essere facilmente brunito con una pietra d'agata donando una colorazione più viva e luminosa.
La tonalità assunta dall' oro dipenderà dal colore del fondo sul quale viene adagiata la foglia o dal colore del bolo utilizzato (giallo, nero, rosso).
L' oro in foglia a decalco da 23 carati e 3/4 si presenta in libretti da 25 fogli cm 9x9 . Ideale per il restauro e la doratura dei manufatti lignei.

Tonalità dell' oro 23 carati e 3/4

Tonalità dell' oro 23 ¾ carati

Oro in foglia a decalco

Libretto da 25 fg. cm.9x9 € 38,00

Aggiungi al
Istruzioni per l'uso

Applicazione dell' oro in foglia a decalco:
L'applicazione dell' oro in foglia a decalco viene facilitata dalla presenza di una velina posta sopra ogni foglia per sostenerla e rendere quindi piu facile la presa e la posa sulla superficie da decorare.

Prima dell'applicazione della foglia d' oro sarà necessario stendere un specifico collante per far aderire la foglia d' oro sulla superficie da decorare. Il collante dipenderà dal tipo di tecnica che si sta impiegando. Nel caso di doratura a guazzo, si stenderà la colla di pesce sul fondo accuratamente preparato con gesso di Bologna e bolo. Se si sta operando con la tecnica a missione, utilizzeremo, come collante per la foglia d' oro, proprio la missione (all'acqua o a vernice).

Una volta steso il collante più idoneo, si prende la foglia d' oro con le mani e si accosta al pezzo in lavorazione.

Con le dita si andrà poi a premere sulla velina per permettere alla foglia d' oro sottostante di aderire alla superficie da decorare, grazie anche all'ausilio del collante precedentemente steso. È bellissimo vedere come la colla attiri e trattenga la foglia a sé. Si procede in questo modo fino alla completa applicazione dell' oro.

La brunitura con pietra d'agata è l'ultima fase della doratura e consiste nel rende lucido e perfettamente liscio l'oro che finora non brillava.
Viene eseguita solo quando si pratica la doratura a guazzo.
Il brunitoio va passato sulla superficie decorata con foglia d' oro, con una pressione costante e in diverse direzioni, in modo che a lavoro ultimato non si vedano i vari movimenti eseguiti.
Prima di passarlo va "scaldato" in una pezza di lana strofinandolo velocemente. L'ideale sarebbe possedere un brunitoio opportunamente sagomato per ogni tipo di curva che presenta il supporto dorato.
A questo punto alcuni doratori passano della gommalacca decerata sciolta in alcool a 99,9° per proteggere la superficie dalla corrosione.

Tutti i prezzi pubblicati si intendono IVA inclusa. Le informazioni riportate possono essere soggette a modifiche senza preavviso.
Web site design, testi e grafica Copyright © 2010 Antichità Belsito Srl. E' vietata la riproduzione anche parziale.
Antichità Belsito Srl - Sede legale: via Prisciano, 22/A 00136 Roma - Sede operativa: via Giovan Battista Gandino, 34-40 00167 Roma
Tel. 06.39.031.152 - Fax 178.220.7800 - E-mail: info@antichitabelsito.it - P.IVA/C.F. 04458921006