Materiali e attrezzature per il restauro e la conservazione
   

Vendita on line gelcoat poliestere a spruzzo per stampi in vetroresina

  HOME PRODOTTI LABORATORIO DOVE CONTATTI MAPPA  

GELCOAT A SPRUZZO ISO-NPG

GELCOAT A SPRUZZO ISO-NPG

DESCRIZIONE DEL GELCOAT A SPRUZZO ISO-NPG

Gelcoat a spruzzo isoneopentilico formulato con resina poliestere a base di acido isoftalico e glicole neopentilico che possiede ottime caratteristiche meccaniche ed un'elevata resistenza ai raggi UV, all'acqua, ai prodotti chimici e all'invecchiamento in genere, maggiori dei gelcoat isoftalici e ortoftalici.
Il gelcoat a spruzzo si presenta come una vernice fluida specifica per applicazioni a spruzzo (disponibile anche la versione gelcoat a pennello) e dalla spiccata proprietà tixotropica che ne consente l'applicazione in forti spessori anche in verticale.
Per tutte queste sue caratteristiche, il gelcoat isoneopentilico rappresenta il massimo livello qualitativo anche per le applicazioni più esigenti, trovando largo impiego come primo strato di finitura esterna, nella costruzione di manufatti in vetroresina con resina poliestere, destinati all'immersione (es. scafi, tavole da surf, ecc.), al contatto permanente con acqua (es. piscine, vasche, sanitari, tubazioni, serbatoi, ecc.), a resistere ad elevate sollecitazioni (es. carenature di moto, oggetti d'arredamento, ecc.) ed alle esposizioni alle intemperie in genere.
Lo strato esterno del gelcoat infatti, garantisce al manufatto in vetroresina una superficie liscia, dura e compatta dal piacevole aspetto estetico, limitando al contempo i possibili danni dovuti all'esposizione prolungata all'acqua e agli agenti atmosferici.
Il gelcoat a spruzzo può essere inoltre colorato con coloranti universali per ottenere colorazioni ad effetto coprente.
Il gelcoat viene fornito con il relativo indurente al 2%
Colori disponibili: bianco - trasparente

CARATTERISTICHE TECNICHE DEL GELCOAT A SPRUZZO ISO-NPG

Aspetto: liquido fluido tixotropico
Base: resina poliestere a base di acido isoftalico e glicole neopentilico caricata con inerti (bianco)
Colore: bianco (RAL 9010) e trasparente
Peso specifico: 1.20 kg/lt
Catalizzatore: Metiletilchetone perossido (MEKP)
Rapporto di catalisi: 100 + 1.5-2% di MEKP (in peso)
Applicazione: spruzzo
Spessore consigliato: 500 micron (0.5 mm)
Tempo di lavorazione: 20 min. (2% MEKP - 20°C)
Completa polimerizzazione: 24 ore ca.
Picco esotermico: 165°C ca.
Durezza Barcol: 44 metodo ASTM 2583

Gelcoat a spruzzo

SCHEDA TECNICA

Flacone da 1 kg. € 15,50    
Flacone da 5 kg. € 62,00    

Aggiungi al
Aggiungi al
Istruzioni per l'uso

UTILIZZO DEL GELCOAT A SPRUZZO ISO-NPG

Perchè utilizzare il gelcoat
Per la costruzione di manufatti in vetroresina si consiglia sempre l'uso del gelcoat come primo strato di finitura esterna, in quanto permette di ottenere uno strato superficiale liscio, compatto e privo di porosità che protegge il manufatto in vetroresina dagli agenti atmosferici e dai raggi solari (ultravioletti).
Il gelcoat crea infatti una barriera contro l'assorbimento d'acqua, che potrebbe verificarsi per capillarità dalle fibre di vetro esposte in superficie senza la protezione del gelcoat. L'impiego del gelcoat ha inoltre una ragione estetica e al contempo funzionale. Infatti, durante l'impregnazione con resina poliestere, le fibre di vetro inglobano un gran numero di piccole bolle d'aria, molte delle quali comunicano con la superficie. In uno stratificato senza gelcoat, la superficie a contatto dello stampo risulterebbe quindi molto porosa, proprio in corrispondenza degli intrecci della fibra di vetro.
Sarà poi molto difficile rimediare a questo inconveniente con la semplice applicazione anche di più mani di finitura. Inoltre il colore traslucido naturale dello stratificato rende difficile l'individuazione dei difetti. Il gelcoat crea uno strato compatto e uniforme che evita tutti questi problemi.
Per le stesse ragioni il gelcoat risulta indispensabile anche per ottenere un perfetto distacco del manufatto in vetroresina dallo stampo. Senza il quale risulterebbe assai più ostico il distacco anche in presenza di un buon trattamento distaccante.

Come utilizzare il gelcoat
Applicazione gelcoat a spruzzoSi consiglia di utilizzate il gelcoat ad una temperatura compresa tra 15 e 25°C. e di mescolare accuratamente prima dell'uso.
Per colorare il gelcoat (sia il bianco che il trasparente) consigliamo l'impiego dei coloranti universali, da aggiungere al gelcoat prima del catalizzatore in ragione del 1-5%.
Aggiungere per la catalisi l'apposito catalizzatore MEKP (metiletilchetone perossido) in dotazione in ragione del 1.5-2% in peso. A temperature >25°C si consiglia di di ridurre il catalizzatore a 1-1.5%. Evitare di lavorare con temperature inferiori <10°C. A tal proposito consigliamo di servirsi di appositi bicchieri in carta e di una bilancia digitale.
Si consiglia di catalizzare solo la quantità di gelcoat che si riuscirà ad applicare prima della gelificazione (20 minuti ca.).
Mescolare bene aiutandosi con una spatola ed applicare il gelcoat con una pistola a spruzzo oppure con l'erogatore spray PREVAL sullo stampo precedentemente trattato con cera distaccante e con alcool polivinilico.
Applicazione gelcoat con Preval sprayerConsigliamo di iniziare la spruzzatura del gelcoat fuori dallo stampo per poi portarla all'interno. Spruzzare il gelcoat mantenendo l'erogatore perpendicolare e ad una distanza di 50 cm circa dalla superficie dello stampo. Con movimenti continui e paralleli a velocità costante formare uno strato uniforme di gelcoat. Si consiglia di raggiungere uno spessore di 0,5-0,8 mm. Spruzzare due o tre passate di gelcoat per formare lo spessore totale della pellicola. Spruzzare la passata successiva sempre perpendicolare rispetto alla precedente. Finire la spruzzatura con la pistola fuori dallo stampo. Se lo spessore di 0,5-0,8 mm (500-800 micron) di gelcoat non può essere raggiunto in una singola applicazione, sarà possibile applicare una seconda mano di gelcoat subito dopo la parziale polimerizzazione della prima (12 ore). Per raggiungere le parti più difficili dello stampo, come le cavità profonde, il gelcoat deve essere applicato con il pennello.
Dopo 12 ore dalla stesura dell'ultima mano di gelcoat si procederà con la stratificazione, sovrapponendo i vari strati di mat in fibra di vetro e stuoia in fibra di vetro opportunamente impregnati con resina poliestere.
I vari strati di fibra di vetro e resina poliestere si legheranno saldamente al gelcoat formando un corpo unico.
Dopo 24 ora dall'ultima mano di resina poliestere, il manufatto in vetroresina sarà pronto per essere sformato già con la sua finitura esterna in gelcoat.
Le utensili utilizzati per la messa in opera del gelcoat, possono essere puliti con acetone puro o diluente nitro.

Tutti i prezzi pubblicati si intendono IVA inclusa. Le informazioni riportate possono essere soggette a modifiche senza preavviso.
Web site design, testi e grafica Copyright © 2010 Antichità Belsito Srl. E' vietata la riproduzione anche parziale.
Antichità Belsito Srl - Sede legale: via Prisciano, 22/A 00136 Roma - Sede operativa: via Giovan Battista Gandino, 34-40 00167 Roma
Tel/Fax 06.39.031.152 - E-mail: info@antichitabelsito.it - P.IVA/C.F. 04458921006